Consenso all'uso dei cookie

Tu sei qui

CORSO SPECIALISTICO - LA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI e LA TRACCIABILITA' DEI RIFIUTI

Giovedì, 21 Ottobre, 2021 - 14:00 Giovedì, 11 Novembre, 2021 - 18:00

 

CORSO SPECIALISTICO

LA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI e

LA NUOVA DISCIPLINA DELLA TRACCIABILITÀ DEI RIFIUTI ALLA LUCE DEL DECRETO CD. ECONOMIA CIRCOLARE

 

PRESENTAZIONE del CORSO

(21 e 26 ottobre 2021 – 8 e 11 novembre

Webinar a numero chiuso di 25 partecipanti)

Corso di 2 moduli

 

Il corso specialistico di 4 giornate in webinar, si propone di trattare l’ampia tematica dei rifiuti: uno degli argomenti di maggiore spessore e difficoltà per le PA, ricco di questioni e complessità.

Il corso si divide in 2 moduli di 2 giornate ciascuno: il primo dedicato alla corretta gestione dei rifiuti urbani, il secondo alla tracciabilità dei rifiuti.

I recentissimi interventi normativi del decreto semplificazioni bis, in materia, rende attualissimi tutti gli argomenti trattati.

I moduli sono acquistabili anche separatamente: pertanto il Costo dell’intero corso è di € 690,00. Il corso di 1 solo modulo è di € 490,00.

  

LE ISCRIZIONI DOVRANNO INTERVENIRE INVIANDO IL COUPON ALLEGATO ALLA PRESENTE ALL’INDIRIZZO INFO@DIRITTOAMMINISTRAZIONI.IT. VISTA LA NECESSITA’ DI PROGRAMMARE L’AULA IN WEBINAR PER GARANTIRE LA MIGLIORE RIUSCITA DEL CORSO, DIRITTO AMMINISTRAZIONI HA PREVISTO LA POSSIBILITA’ DI RISERVARE UN NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI PERTANTO E’ FORTEMENTE CONSIGLIATO (ANCHE PER LO SCONTO PROGRAMMATO) INVIARE L’ISCRIZIONE QUANTO PRIMA

PER INFO: INFO@DIRITTOAMMINISTRAZIONI.IT.

NOTE ORGANIZZATIVE FINALI

Il corso specialistico è della durata di 8 ore di formazione on line e prevede:

Formazione webinar con possibilità di interazione col docente sia via chat (con moderatore che leggerà le domande), sia via diretta con telecamere e microfoni accesi

Possibilità di inviare per mail (ad info@dirittoamministrazioni.it) fino a 2 giorni prima dell’avvio del Corso quesiti scritti che troveranno risposta (anonima, senza riferimento al caso concreto), in aula virtuale da parte del Docente

Utilizzo di piattaforma con alta affidabilità e con condivisione schermo del docente

Materiale didattico rappresentato dalle slides del docente, commenti, modulistica, rassegna di giurisprudenza

Attestato di partecipazione a firma congiunta dell’amministratore di Diritto Amministrazioni e del Docente, con indicazione del numero complessivo di ore d’aula – n.8 frequentate 

L’organizzazione – Diritto Amministrazioni

Diritto Amministrazioni è una società impegnata nel mondo della ricerca e della formazione; prende le mosse dall’omonimo portale di informazione giuridica (www.dirittoamministrazioni.it) presente nel web dall’anno 2014, rivolto agli operatori di settore della pubblica amministrazione ed ai privati interessati ai temi del diritto amministrativo, dell'espropriazione per p.u., delle acquisizioni e dismissioni di immobili dalla PA, dell'urbanistica e dell'edilizia. Come meglio raffigurato dal logo che la contraddistingue, Diritto Amministrazioni si lega alle 6 macro – aree presenti nel portale e, con una crescita continua e costante, si indirizza ad un traguardo: quello di rendere gli operatori di settore della PA ed i privati che la seguono solidi nel proprio cammino professionale. Questa la mission di Diritto Amministrazioni: professionalità e crescita continua.

Il Docente del CORSO SPECIALISTICO

Gaetano Alborino.

Avvocato, esperto ambientale, cultore della materia “Economia Aziendale” presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università “Parthenope” di Napoli, specialista in diritto amministrativo e scienza dell’amministrazione.

Ha al suo attivo una importante e specialistica conoscenza della materia oggetto del corso anche per essere un operatore del settore.

 

I MODULO

LA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ALLA LUCE DEL RECENTE DECRETO CD. “ECONOMIA CIRCOLARE”

 

La nuova classificazione dei rifiuti urbani e l’abrogazione della disciplina sull’assimilabilità dei rifiuti speciali

Le recenti novità introdotte dal Decreto-Legge n. 77/2021– cd. “Semplificazioni bis” – convertito con modificazioni dalla L. 29 luglio 2021, n. 108

La recente disciplina “plastic free” alla luce del Decreto di recepimento della Direttiva comunitaria 2019/904/UE sulla plastica monouso

I rifiuti domestici conferiti (soprattutto presso supermercati e centri commerciali) direttamente dai cittadini ai privati: criticità (penalmente rilevanti) e soluzioni, alla luce della recente giurisprudenza amministrativa

Sfalci e potature da aree verdi (pubbliche e private). Le nuove disposizioni sulla manutenzione del verde introdotte dal Decreto cd. “Economia Circolare”.

La realizzazione e la corretta gestione dei centri comunali di raccolta.

Le responsabilità penali del Sindaco e dei Responsabili di servizio collegate alla irregolare gestione dei rifiuti urbani e dei centri comunali di raccolta

Le giornate di studi, che si rivolgono tanto al Personale amministrativo degli Uffici Ambiente e Tributi degli enti locali, quanto ai dipendenti delle aziende di raccolta, affronteranno con taglio pratico-operativo, anche con un’ampia casistica ed uno spazio tutto dedicato ai quesiti, tutte le novità normative e giurisprudenziali intervenute nel complesso campo della gestione dei rifiuti urbani.

Tante le novità e tutte di assoluto rilievo.

In primis, quelle introdotte dal Decreto cd. “Economia Circolare”: la nuova classificazione dei rifiuti urbani e speciali e l’abolizione della disciplina dell’assimilazione.

Quindi, la corretta gestione degli imballaggi e dei rifiuti da imballaggi. Il caso della raccolta (da parte dei privati) delle bottiglie vuote, ma anche di carta e cartone, soprattutto presso i supermercati e i centri commerciali.

Saranno esaminati, da un lato, tutti gli adempimenti tecnici e giuridici richiesti ai fini di una corretta gestione dei rifiuti; dall’altro, le prassi diffuse, che configurano, di contro, i reati di illecita gestione di rifiuti.   

La recente disciplina “plastic free” alla luce del Decreto di recepimento della Direttiva comunitaria 2019/904/UE sulla plastica monouso: quali novità?

Sfalci e potature da aree verdi (pubbliche e private): le ultime novità introdotte dal Decreto cd. “Economia Circolare”.

Da ultimo, ma non per importanza, la complessa tematica degli abbandoni di rifiuti sulle strade, negli alvei e nelle aree private, secondo i più recenti orientamenti della giurisprudenza.

Ampio spazio ai quesiti

 

PROGRAMMA I MODULO – 21 e 26 OTTOBRE 2021

Prima giornata – 21 ottobre 2021

La corretta gestione dei rifiuti urbani alla luce del D. Lgs. n. 116/2020

  • La classificazione dei rifiuti.
  • Le modalità di conferimento dei rifiuti al gestore del servizio pubblico di raccolta.
  • Gli adempimenti degli esercizi pubblici e degli esercizi commerciali.
  • Gli adempimenti degli enti pubblici e privati (scuole; banche; poste; ospedali …).
  • La gestione di particolari tipologie di rifiuti: rifiuti da imballaggi; rifiuti da costruzione e demolizione; rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.A.E.E.); veicoli fuori uso e loro pezzi; pneumatici fuori uso, rifiuti agricoli; rifiuti cimiteriali.
  • L’attività di raccolta e trasporto di rifiuti delle associazioni di volontariato e degli enti religiosi.
  • La nuova disciplina dell’assimilazione dei rifiuti speciali. Le ultime novità legislative e giurisprudenziali, rilevanti sia ai fini della tariffazione, sia soprattutto ai fini del conferimento dei rifiuti al servizio pubblico di raccolta, nonché ai centri comunali di raccolta.
  • TARI e gestione rifiuti. Le novità introdotte dal Decreto-legge – cd. “Sostegni” - coordinato con la Legge di conversione 21 maggio 2021, n. 69.
  • Sfalci e potature da aree verdi (pubbliche e private). Le recenti disposizioni introdotte dal D. Lgs. n. 116/2020.    

2° giornata – 26 ottobre 2021

Le ordinanze comunali in materia di rifiuti

  • Il potere di ordinanza dei Comuni.
  • Le ordinanze in materia ambientale.
  • Le ordinanze cd. “plastic free”.
  • Le ordinanze in materia di rifiuti: le diverse tipologie di ordinanze.
  • Le ordinanze adottate ai sensi dell’art. 191 del T.U.A., come riformato dalla Legge cd. Green economy. L’affidamento del servizio di igiene urbana mediante lo strumento dell’ordinanza ex art. 191: l’orientamento della giurisprudenza.
  • Le ordinanze sindacali per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti. L’accertamento della responsabilità del proprietario del fondo su cui sono sversati i rifiuti.
  • Il ruolo dei centri comunali di raccolta
  • Gli adempimenti amministrativi del gestore del centro di raccolta. La tenuta dei registri di carico e scarico. 
  • I rifiuti che possono essere conferiti presso i centri di raccolta.
  • Le competenze dei Comuni.
  • I soggetti che possono conferire al centro di raccolta.
  • Illeciti e sanzioni.

La raccolta e il trasporto dei rifiuti urbani alla luce del D. Lgs. n. 116/2020

Gli adempimenti per la corretta tracciabilità dei rifiuti urbani.

La trasmissione della quarta copia del F.I.R. al produttore: quali modalità?

Soste tecniche e trasbordi di rifiuti: criticità e soluzioni.

Abbandono e depositi incontrollati di rifiuti

Gli adempimenti e i provvedimenti della Pubblica Amministrazione nel caso di abbandono di rifiuti effettuato da ignoti su aree pubbliche e private.

Gli obblighi e le competenze del Comune nel ripristino dello stato di luoghi.

L’abbandono di rifiuti e il deposito incontrollato sulle aree del demanio.

L’abbandono di rifiuti su aree di proprietà dello Stato: casi e procedure da adottare.

Un caso ricorrente: i rifiuti sui cigli della strada. A chi compete la rimozione e lo smaltimento nel recente orientamento della giurisprudenza?

L’accertamento dell’abbandono dei rifiuti mediante sistema di videosorveglianza e foto trappole

Tutte le novità normative e giurisprudenziali.

 

II MODULO – 8 e 11 NOVEMBRE 2021

LA NUOVA DISCIPLINA DELLA TRACCIABILITÀ DEI RIFIUTI ALLA LUCE DEL DECRETO CD. ECONOMIA CIRCOLARE

Il debutto del Vi.Vi.Fir: le nuove modalità di vidimazione digitale dei F.I.R.

L’abolizione del SISTRI e l’istituzione del Registro elettronico nazionale: aspetti normativi, procedurali e operativi

Rifiuti da manutenzione: quali novità per la tracciabilità?

La corretta classificazione dei rifiuti dopo il Decreto del Ministero della Transizione Ecologica del 9 agosto 2021

Guida operativa alla corretta compilazione dei F.I.R. e dei registri

Obblighi, responsabilità e sanzioni per imprese ed enti

****

Il modulo si propone di approfondire, anche con un’ampia casistica ed uno spazio tutto dedicato ai quesiti, gli adempimenti sulla tracciabilità dei rifiuti per le aziende e per gli enti (pubblici e privati), alla luce degli ultimi interventi di riforma del Testo Unico Ambientale, ed in particolare del Decreto Legislativo 3 settembre 2020, n. 116, vigente dal 26 settembre 2020.

Proprio in attuazione del Decreto cd. “Economia circolare”, dall’ 8 marzo 2021, è attivo Vi.Vi.FIR, che introduce una nuova modalità di vidimazione dei formulari.

Novità molto importanti anche per il trasporto di rifiuti da manutenzione per quelli da piccoli interventi edili; per il trasporto intermodale, le soste tecniche, le attività di trasbordo.

La totale revisione della Parte Quarta del Testo Unico dell’Ambiente ha interessato, inoltre, ancora una volta, il deposito temporaneo dei rifiuti, la disciplina concernente la responsabilità della gestione dei rifiuti, unitamente, a quella sanzionatoria.   

E, infine: la classificazione dei rifiuti urbani e speciali, anch’essa totalmente riscritta con nuove disposizioni.

Casi particolari: il trasporto dei rottami metallici ferrosi e non ferrosi, il trasporto dei rifiuti in forma ambulante; il trasporto di rifiuti da costruzione e demolizione; il trasporto di rifiuti agricoli; il trasporto occasionale… …

Quali i nuovi adempimenti per la corretta tracciabilità dei rifiuti?

Quali sono i soggetti tenuti ad iscriversi al Registro elettronico nazionale?

Quali le condotte illecite?

Quali le responsabilità?

Quali le sanzioni?

3° giornata - 8 novembre 2021

  • La nuova disciplina della tracciabilità dei rifiuti.
  • Gli adempimenti documentali nella gestione dei rifiuti dopo l’abolizione del SISTRI.
  • Il nuovo registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti.
  • La tenuta dei registri di carico e scarico - Formulari d’identificazione dei rifiuti – MUD.
  • Il registro di carico e scarico: I soggetti obbligati alla tenuta e i soggetti esclusi. Gli adempimenti cui sono tenuti i Comuni. La struttura e la compilazione del registro. La gestione del registro di carico e scarico.
  • La micro raccolta, la sosta tecnica e le operazioni di trasbordo: la nuova disciplina introdotta dal Testo Unico dell’Ambiente.
  • I Comuni devono compilare i registri di carico e scarico? E i centri di raccolta? Quali le novità introdotte dal Decreto cd. “Economia Circolare”?
  • La disciplina sanzionatoria tra illeciti amministrativi e penali

4° giornata - 11 novembre 2021

  • L’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti
  • La nuova disciplina del trasporto dei rifiuti.
  • Il trasporto di particolari tipologie di rifiuti: i rifiuti da demolizione – i rifiuti sanitari - i rifiuti agricoli.
  • Il trasporto dei rifiuti in forma ambulante: titoli abilitativi e limitazioni
  • Il nuovo Regolamento dell’Albo Gestori Ambientali
  • L’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali: semplificata ed ordinaria
  • Le responsabilità del produttore e del trasportatore
  • L’onere del produttore di garantire tutta la corretta fase di conferimento dei rifiuti al destinatario finale
  • L’accertamento del produttore circa la regolarità dell’iscrizione all’Albo del trasportatore
  • Gli stoccaggi presso siti intermedi: deposito temporaneo o stoccaggio abusivo?
  • La prassi del cd. Giro bolla ovvero le vie infinite dei rifiuti: escamotages ed illeciti per aggirare la normativa in materia di rifiuti
  • Il trasporto in conto proprio: le novità introdotte dagli ultimi decreti correttici del T.U.

Il sistema sanzionatorio alla luce degli ultimi decreti correttivi del Testo Unico Ambientale

 

Registrati

Registrati per accedere Gratuitamente ai contenuti riservati del portale (Massime e Commenti) e ricevere, via email, le novità in tema di Diritto delle Pubbliche Amministrazioni.

Contenuto bloccato!

Poiché non avete dato il consenso alla cookie policy (nel banner in alto), questo contenuto è stato bloccato. Potete visualizzare i contenuti bloccati solo dando il consenso all'utilizzo di cookie di terze parti nel suddetto banner.