Consenso all'uso dei cookie

Tu sei qui

ESCLUSIVO per CONSORZI DI BONIFICA: Espropri ed occupazioni illegittime dalla A alla Z

Lunedì, 12 Dicembre, 2022 - 09:00 Lunedì, 19 Dicembre, 2022 - 13:00
Tipologia: 
Corso
Tipo corso: 
CORSO SPECIALISTICO
Modalità: 
Webinar
Costo: 
COSTO INTERO CORSO: € 620,00 (oltre 22% iva se dovuta) ed € 2 di bollo primo partecipante - € 310 dal secondo in poi

CORSO SPECIALISTICO per i CONSORZI DI BONIFICA

SU ESPROPRI ED OCCUPAZIONI ILLEGITTIME  

(in webinar)

 (Espropri, asservimenti, indennizzi, occupazioni illegittime e sanatorie dalla A alla Z)

PRESENTAZIONE del CORSO

(12-15 e 19 dicembre 2022)  

Un corso specialistico assolutamente unico nel panorama formativo italiano, dedicato ai soli Consorzi di Bonifica.

Il tema è quello degli espropri per p.u. e delle occupazioni illegittime che interessano i Consorzi di Bonifica, enti pubblici di carattere economico che hanno a che fare, costantemente, con procedure ablative.

Nel panorama nazionale il corso, di tre giornate, che Diritto Amministrazioni propone, è assolutamente unico, giacchè notoriamente la formazione tradizionale difficilmente si rivolge ad una sola tipologia di referenti in aula.

Con l’ausilio del nostro docente, Avvocato Marco Morelli, noto esperto in materia, invece, abbiamo deciso di programmare una tre giorni dedicata ed aperta ai soli Consorzi di Bonifica di tutta Italia, referenti che, in materia espropriativa, hanno esigenze ed aspetti di interesse tutti propri ed a volte differenti rispetto ad altre autorità pubbliche.

Per meglio riuscire nel proprio intento, Diritto Amministrazioni ha deciso di programmare anche un NUMERO CHIUSO di 30 PARTECIPANTI massimo per l’aula on-line per consentire al docente una migliore interazione con tutti: a tal riguardo la piattaforma utilizzata consentirà, se il partecipante desidera, la interazione diretta con telecamere e microfoni accesi oppure, se preferisce, con l’utilizzo della chat.

Il Corso non porterà alla sola formazione basata su una esclusiva relazione del docente, quanto, piuttosto, una miscela tra didattica frontale e confronto con i partecipanti come se si fosse in vera e propria aula reale. Per raggiungere tale obiettivo, nell’aula virtuale, un operatore di Diritto Amministrazioni gestirà la piattaforma ed assisterà il Docente, con lettura in diretta delle chat a fine interventi e condividendo informazioni a schermo intero.

Formazione specialistica, quella proposta, che, facendo leva sulla ventennale esperienza in materia espropriativa dell’Avvocato Marco Morelli, intende essere su misura ed unica nel panorama nazionale.

****

Le tre giornate formative sono ravvicinate, per concentrare e non disperdere il bagaglio di informazioni e confronto che solo una formazione su misura riesce a dare.

Gli incontri si terranno: 12-15-19 dicembre 2022

Ben 3 giornate formative ad altissimo livello interattivo con il docente, nelle quali si alterneranno momenti di didattica diretta con le spiegazioni teoriche a momenti di confronto e risoluzione dei quesiti dei partecipanti (che potranno inviare quesiti in diretta ovvero per iscritto fino a 2 giorni prima dell’inizio del Corso specialistico).

Il corso specialistico è pensato e strutturato per essere fruito nella sua interezza.  

A tal riguardo il costo dell’intero corso specialistico (3 giornate) è di:

€ 620,00 oltre € 2 bollo (oltre 22% iva se dovuta) per il primo iscritto  

€ 310,00 oltre € 2 bollo (oltre 22% iva se dovuta) dal secondo iscritto in poi

Le giornate formative saranno suddivise in due parti: la prima dedicata alla spiegazione più direttamente teorica (ma sempre contraddistinta dal taglio pragmatico del docente) e la seconda dal taglio ancora più pratico, a mezzo simulazioni di procedimenti e question time.

Gli orari saranno i seguenti:

PRIMA PARTE – SPIEGAZIONE DEL DOCENTE

9.00 – 11.00

11.00 – 11.15 pausa

11.15 – 13.00

LE ISCRIZIONI DOVRANNO INTERVENIRE INVIANDO IL COUPON ALLEGATO ALLA PRESENTE ALL’INDIRIZZO

PER INFO ed ISCRIZIONI ON LINE: www.dirittoamministrazioni.it

INFO@DIRITTOAMMINISTRAZIONI.IT.

NOTE ORGANIZZATIVE FINALI

Il corso specialistico è della durata di 12 ore di formazione on line e prevede:

Formazione webinar con possibilità di interazione col docente sia via chat (con moderatore che leggerà le domande), sia via diretta con telecamere e microfoni accesi

Possibilità di inviare per mail (ad info@dirittoamministrazioni.it) fino a 2 giorni prima dell’avvio del Corso quesiti scritti che troveranno risposta (anonima, senza riferimento al caso concreto), in aula virtuale da parte del Docente

Utilizzo di piattaforma con alta affidabilità e con condivisione schermo del docente

Materiale didattico rappresentato dalle slides del docente, commenti, modulistica, rassegna di giurisprudenza

Attestato di partecipazione a firma congiunta dell’amministratore di Diritto Amministrazioni e del Docente, con indicazione del numero complessivo di ore d’aula – n.12 frequentate  

L’organizzazione – Diritto Amministrazioni

Diritto Amministrazioni è una società impegnata nel mondo della ricerca e della formazione; prende le mosse dall’omonimo portale di informazione giuridica (www.dirittoamministrazioni.it) presente nel web dall’anno 2014, rivolto agli operatori di settore della pubblica amministrazione ed ai privati interessati ai temi del diritto amministrativo, dell'espropriazione per p.u., delle acquisizioni e dismissioni di immobili dalla PA, dell'urbanistica e dell'edilizia. Come meglio raffigurato dal logo che la contraddistingue, Diritto Amministrazioni si lega alle 6 macro – aree presenti nel portale e, con una crescita continua e costante, si indirizza ad un traguardo: quello di rendere gli operatori di settore della PA ed i privati che la seguono solidi nel proprio cammino professionale. Questa la mission di Diritto Amministrazioni: professionalità e crescita continua.

Il Docente del CORSO SPECIALISTICO rivolto ai CONSORZI DI BONIFICA  

Marco Morelli

Avvocato del Foro di Roma. Cassazionista per superamento lodevole del relativo Corso-concorso. Si occupa prevalentemente di espropriazioni, urbanistica, governo del territorio, edilizia. Ha gestito e gestisce direttamente, per conto di enti pubblici e soggetti privati, procedure espropriative ed acquisitive. E’ consulente giuridico di diverse amministrazioni pubbliche locali. E’ autore di numerose pubblicazioni per riviste giuridiche specializzate. Ha pubblicato i seguenti volumi: “L’indennità di espropriazione nel Testo Unico” Halley ed. nell’anno 2006, “La pianificazione urbanistica. Dal piano regolatore generale ai piani attuativi” Halley ed. nell’anno 2007, “L’indennità di espropriazione nel testo unico. Aggiornato alla legge 244/07” Halley ed. nel 2008, “Modulistica ragionata sull’espropriazione per pubblica utilità” Halley ed. nel 2010. “L’acquisizione e l’utilizzo di immobili da parte della PA” Giuffrè ed. nel 2012. “I procedimenti edilizi” Giuffrè ed. nel 2014, “Le occupazioni illegittime della Pubblica Amministrazione” Legislazione Tecnica ed. nel 2018. Docente in corsi di formazione e dall′a.a. 2008/09 docente per il Master Universitario di II livello sul diritto dell’ambiente dell’Università di Roma La Sapienza. E’ da anni impegnato nel mondo della formazione e, con oltre trecento corsi al suo attivo come docente, nonché per l’attività professionale di avvocato che esercita nelle materie espropriative in tutta Italia, è sicuro punto di riferimento per PA e privati alle prese con problematiche espropriative ed acquisitive di immobili pubblici.

Conosce da vicino la realtà dei Consorzi di Bonifica per essere consulente (nonché difensore in contenziosi civili ed amministrativi in materia di espropri) di alcuni di essi in varie Regioni di Italia ed è noto per il taglio pratico che sa dare ai propri corsi, confermato anche nella modalità “a distanza” con lezioni in webinar.

IL PROGRAMMA

(Il programma sarà trattato dal Docente nella sua interezza, fermo restando che, a suo giudizio, la “scaletta” delle giornate, se necessario in base alle esigenze di aula, potrà subire leggere variazioni)

PRIMA GIORNATA – 12 dicembre 2022  

ELEMENTI SOGGETTIVI E NORMATIVA

Il ruolo dei Consorzi di Bonifica in materia di espropriazione per p.u.

Il rapporto tra Consorzi di Bonifica e Comuni

Come impostare un esproprio / asservimento dai Consorzi di Bonifica: approccio di metodo

La normativa statale, la normativa regionale e quella settoriale per i Consorzi di bonifica

La competenza espropriativa: chi deve fare cosa

ELEMENTI OGGETTIVI – IL PROCEDIMENTO

l rapporto con la pianificazione urbanistica e con i Comuni

Il vincolo preordinato all’esproprio e all’asservimento. La necessità o meno nel caso di interventi dei Consorzi di Bonifica

La durata dei vincoli, la decadenza, la reiterazione.

La partecipazione degli interessati – le garanzie partecipative. Il coinvolgimento dei proprietari e di soggetti diversi dai proprietari: chi occorre far intervenire.

La dichiarazione di pubblica utilità degli interventi dei Consorzi di Bonifica

La pubblica utilità discendente dal dato progettuale: quale valore per le diverse forme di progettazione

La competenza nella realizzazione degli interventi

Il piano particellare grafico e descrittivo

Le procedure ordinarie ed accelerate per i Consorzi di Bonifica

Gli artt.20, 22 e 22-bis TU: analogie e differenze

I decreti di esproprio ed i decreti di asservimento per i Consorzi di Bonifica

Gli atti di cessione volontaria e gli accordi bonari

Adempimenti fiscali

GLI ASSERVIMENTI: ANALOGIE E DIFFERENZE RISPETTO ALLA ESPROPRIAZIONE VERA E PROPRIA

Gli asservimenti: le condizioni di operatività

Serve o meno il vincolo espropriativo e la conformità?

Gli aspetti partecipativi, quelli

La d.p.u. ed il decreto finale: la procedura da seguire

QUESTION TIME

SECONDA GIORNATA – 15 dicembre 2022

1. INDENNITA’ DI ESPROPRIO E DI ASSERVIMENTO – ASPETTI PROCEDURALI

L’elemento essenziale degli espropri e per gli asservimenti dei Consorzi di Bonifica: l’indennizzo.

L’indennità come massimo di contributo e riparazione e come anello della catena procedimentale.

Come si arriva alla determinazione dell’indennizzo: le varie fasi. Dal progetto, alla esecuzione dell’opera.

Gli imprevisti che i Consorzi di Bonifica devono valutare

L’indennità di esproprio per le aree edificabili: quando un’area è edificabile ai fini espropriativi.

L’indennità di esproprio per le aree non edificabili: quando un’are non è edificabile ai fini espropriativi.

L’indennità di esproprio per le aree edificate: quando un’area non è edificabile ai fini espropriativi.

L’impatto della cessioni volontarie: le maggiorazioni sono da applicare per i Consorzi di Bonifica?

Profili fiscali, IMU, IVA

I deprezzamenti delle aree residue

Le indennità aggiuntive in caso di proprietari coltivatori diretti e IAP

Le indennità aggiuntive in caso di fittavoli, mezzadri, compartecipanti che per effetto della procedura ablativa hanno abbandonato il fondo

2. INDENNITA’ DI ESPROPRIO E DI ASSERVIMENTO – ASPETTI E PROBLEMATICHE PROCESSUALI

I metodi di stima: confronto tra criterio comparativo ed analitico

I CTU nei giudizi di opposizione alla stima

I CTP nei giudizi di opposizione alla stima

Le diverse forme di opposizioni e di determinazione del giusto indennizzo

I giudizi in Corte di Appello: profili processuali – quali le eccezioni proponibili

Le indennità aggiuntive, le maggiorazioni. Il ruolo dei proprietari coltivatori diretti ed imprenditori agricoli

I fittavoli, i mezzadri, i compartecipanti

Le osservazioni da compiere in fase di determinazioni dell’indennizzo.

Il ruolo dei Collegi peritali e delle commissioni espropri.

L’indennizzo ed il risarcimento del danno da occupazioni illegittime: analogie e differenze con indennità di esproprio.

Come calcolare l’indennità per danno patrimoniale da occupazione illegittima.

Come calcolare l’indennità per danno non patrimoniale da occupazione

Come calcolare il risarcimento del danno nelle occupazioni illegittime

Il deprezzamento nelle occupazioni illegittime

I danni diversi nelle occupazioni illegittime

I comportamenti processuali.

QUESTION TIME

TERZA GIORNATA – 19 dicembre 2022 

I CONSORZI DI BONIFICA ED EVENTUALI OCCUPAZIONI ILLEGITTIME. QUANDO SCATTANO

La necessità e l’utilità della ricognizione

Quando e perchè scatta una occupazione illegittima

Le varie ipotesi possibili ancora in campo per le PA

La immissione in possesso senza dichiarazione di pubblica utilità

L’annullamento giudiziale di una procedura

La scadenza dei termini di pubblica utilità senza l’adozione di un decreto di esproprio

Il ruolo dei Consorzi di Bonifica in caso di occupazioni illegittime

IL RUOLO DEI CONSORZI DI BONIFICA NEL CASO DI OCCUPAZIONI ILLEGITTIME E LE SOLUZIONI

La competenza per superare eventuali occupazioni illegittime

Il rapporto soggettivo tra i Consorzi di Bonifica ed altri enti dinanzi ad occupazioni illegittime

Chi deve attivarsi e come quando il Consorzio di Bonifica individua casi di occupazioni illegittime

Cosa deve fare il Consorzio di Bonifica

La ricognizione

Il caso delle occupazioni ultraventennali

Il caso delle occupazioni di durata inferiore a venti anni

Occupazioni senza titolo da oltre venti anni

Gli strumenti di soluzione per le occupazioni illegittime per i Consorzi di Bonifica

Usucapioni, restituzioni con rimessioni in pristino, gli accordi traslativi, le compravendite

La rinuncia abdicativa: è utilizzabile?

Il riavvio della procedura ablativa in sanatoria: è utilizzabile?

Quali istituti utilizzabili e quali non dai Consorzi di Bonifica in alternativa al 42-bis TUE

L’ART.42 BIS DEL TESTO UNICO SUGLI ESPROPRI: EXTREMA RATIO ANCHE PER I CONSORZI DI BONIFICA

L’art.42-bis del D.p.r. n.327/01. Extrema ratio.

Il ruolo dei Consorzi di Bonifica nel caso di adozione dell’art. 42-bis TUE

Come e se utilizzarlo. Come redigere il nuovo atto di acquisizione e da chi

Analisi dell’art.42-bis TUE: la struttura, la natura giuridica, il procedimento, gli elementi indennitari e risarcitori

Art.42-bis e profili fiscali per il caso di interventi illegittimi collegati ai Consorzi di Bonifica

Conseguenze in caso di mancata adozione dell’atto acquisitivo ex art.42–bis

Gli strumenti a tutela del privato: dalla tutela restitutoria a quella risarcitoria. Aspetti processuali anche in relazione all’art.42-bis

Problemi reali: l’onere della prova o meno per il ristoro da occupazioni illegittime e da art.42-bis; il tema della prescrizione o meno del danno da mancato utilizzo immobile occupato senza titolo

Il delicato problema della possibilità o meno per il GA di condannare alla adozione provvedimento ex art.42 bis

La trasmissione dell’atto acquisitivo alla Corte dei Conti: cosa e quando trasmetterlo

Il commissario ad acta e l’art.42-bis: Adunanza Plenaria CDS n. 2/2016

Le Adunanze Plenarie nn. 2-3-4-5 del 2020

L’Adunanza Plenaria n. 6 del 2021

La possibilità di provvedimento acquisitivo ex art. 42-bis TUE a costo zero? Quando e se possibile

Le procedure concluse con vecchie sentenze passate in giudicato sulla accessione invertita ma non trascritte

Le SSUU della Cassazione ed il riparto di giurisdizione in materia di art.42-bis

Aspetti processuali per la difesa di un provvedimento ex art. 42-bis TUE

QUESTION TIME

Registrati

Registrati per accedere Gratuitamente ai contenuti riservati del portale (Massime e Commenti) e ricevere, via email, le novità in tema di Diritto delle Pubbliche Amministrazioni.

Inserire un indirizzo e-mail valido, al quale il sistema invierà tutte le comunicazioni. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico.
Inserisci in entrambi i campi una password per il nuovo profilo.
I tuoi dati
Newsletter

Informativa sulla privacy - sintesi

La presente informativa è resa ai sensi dell’articolo 13 del d.lg. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali. Finalità del trattamento: i dati personali forniti dagli utenti sono utilizzati al solo fine di inviare richieste di consulenza e non saranno comunicati a terzi. Modalità per il trattamento dei dati I dati raccolti sono trattati con strumenti informatici. Idonee misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Il titolare del trattamento Il “titolare” del loro trattamento è è la società Diritto Amministrazioni s.r.l.s..,

Responsabile del trattamento: In caso di necessità, per attività legate alla manutenzione della parte tecnologica del sito, i dati connessi al servizio newsletter possono essere trattati da incaricati, responsabile del trattamento dei dati ai sensi dell’articolo 29 del Codice in materia di protezione dei dati personali. Diritti degli interessati: I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione (articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte: - via e-mail, all’indirizzo: info@dirittoamministrazioni.it.